LIFE AFTER TELEVISION · OGNI ONDA UN TEMA NUOVO · LIBRI, FILM E MUSICA PER TE




www.lafeltrinelli.it: acquisto di libri, film e musica nella libreria online la feltrinelli

Jostein Gaarder

Jostein Gaarder Jostein Gaarder nacque nel 1052 a Oslo. Suo padre era un dirigente scolastico e sua madre un'insegnante: si può dire che abbia respirato cultura sin dalla culla. Frequentò la Katedralskole e l'Università della sua città studiando letteratura, filosofia e teologia. Dopo il matrimonio (1974) iniziò a scrivere e si trasferì a Bergen (1981), dove si diede all'insegnamento della filosofia nelle scuole superiori.

Al 1986 risale il suo primo libro, Diagnosen og andre noveller (Diagnosen e altre storie). Le due opere successive, Barna Fra Sukhavati (Cosa c'è dietro le stelle?), del 1987, e Froskeslottet (Il castello delle rane), 1988, sono destinate a un pubblico infantile, ma anche a tutti quegli adulti che del bambino conservano lo sguardo limpido e indagatore. Nel 1990 pubblicò Kabalmysteriet (L'enigma del solitario), che vinse sia il Norvegian Literary Critics' Award che il Ministry Of Cultural and Scientifics Affairs Literaly Prize.

Nel 1991 uscì Sofies Verden (Il mondo di Sofia), romanzo giallo e, a un tempo, breve trattato che ripercorre le tappe della storia della filosofia. Fu un successo: il brio delle 550 pagine di Gaarder conquistò professori, studenti e semplici appassionati, offrendo a tutti la possibilità di capire senza sforzi il pensiero dei più grandi intellettuali di tutti i tempi. Il libro rimase al primo posto della classifica dei best-seller per tre anni e nel 1995 fu dichiarato il miglior testo di narrativa del mondo; ne esistono traduzioni in quarantacinque lingue. Il successo ottenuto permise all'autore di vivere del suo lavoro di scrittore e di adoperarsi concretamente per un mondo migliore. Nel 1997 Gaarder, insieme alla moglie Siri Danneving, istituì dunque il Sophie Prize: un premio internazionale di 100.000 dollari, offerto annualmente a chi abbia suggerito proposte o attuato cambiamenti per uno sviluppo sostenibile.

Le sue sono storie senza storia, concepite per dare spazio alla capacità di porsi delle domande; si collocano a cavallo tra il romanzo e la narrazione allegorica a sfondo filosofico e didattico. "Devo tentare di scrivere ogni cosa finché rimane in me una traccia del bambino che ero", leggiamo nell'Enigma del solitario: Gaarder spesso scrive dalla prospettiva dei bambini, cerca di guardare il mondo con i loro occhi incantati di fronte alla meraviglia della vita, perché "L'unica cosa di cui abbiamo bisogno per diventare buoni filosofi è la capacità di stupirci".

Questo autore ci invita a non abituarci mai a quel che vediamo: la vita non deve apparirci scontata o banale solo perché il suo miracolo si ripete ogni giorno. Ci ricorda che siamo immersi in un mistero insondabile che possiamo continuare ad indagare ogni giorno. Come ci insegna Il mondo di Sofia, "Nulla al mondo è normale. Tutto ciò che esiste è un frammento del grande enigma. Anche tu lo sei: noi siamo l'enigma che nessuno risolve".

PollyAnna
Bibliografia
1986: Diagnosen og andre noveller
1987: Cosa c'è dietro le stelle?
1988: Froskeslottet
1990: L'enigma del solitario
1991: Il mondo di Sofia
1993: In uno Specchio, in un Enigma
1993: Lilli de Libris e la biblioteca magica
1996: C'è nessuno?
1996: Vita Brevis
1999: Maya
2001: Il venditore di storie
2003: La ragazza delle arance
2006: Scacco matto

www.lafeltrinelli.it: acquisto di libri, film e musica nella libreria online la feltrinelli

 

Aggiungi un commento

Il tuo nome:
Titolo:
Commento: